GIROVAGANDO IN UMBRIA

Il fascino delle Gole del Nera

Oggi vi porto in viaggio con me, per farvi conoscere un luogo incantato. Nella meravigliosa e verde Umbria infatti, esiste una piccola oasi che negli ultimi anni è diventata virale sui social, in particolare su Instagram, dove gli utenti pubblicando foto caratteristiche, riescono ad ottenere il benestare e la curiosità di chi osserva. Si tratta delle Mole di Narni, in provincia di Terni (Tr). Un’attrazione che attira turisti da ogni parte dell’Italia, affascinati dal colore turchese e cristallino della piscina naturale, immersa in uno scenario alquanto selvaggio. Partendo dal Ponte di Augusto a Narni, è possibile seguire un percorso di circa 6 kilometri che si snoda lungo l’ex ferrovia Orte-Roma, trasformata in una pista ciclo-pedonale.

La strada, ricoperta da sassolini bianchi ed incorniciata a tratti da staccionate in legno, è pianeggiante e costeggia il fiume Nera. Potrebbe persino risultare noiosa e monotona, ma non per chi ama la natura. Durante il tragitto, fiancheggiato da una fitta e rigogliosa vegetazione infatti, è possibile ammirare sulla sinistra, il borgo di Narni, affacciato sul monte Maggiore. Mentre sulla destra, attraverso un sentiero impervio, si può raggiungere l’Abbazia di San Casciano, sulla Montagna di Santa Croce.

Nei mesi di aprile e maggio si assiste alla rinascita della primavera che regala profumi e colore di ogni tipo: dal lillà del glicine, al giallo delle ginestre, al verde degli asparagi che si confondono tra l’erba. Il silenzio è il padrone indiscusso, rotto di tanto in tanto dal canto degli uccellini. Una peculiarità dell’itinerario, è l’incontro con due gallerie, illuminate da piccoli faretti e dove un tempo correvano treni, oggi si allenano atleti e passeggiano visitatori.

Finalmente dopo aver proceduto per circa tre kilometri, la vista si fa luce, mostrando le gole del fiume Nera, che fluisce  con le sue sfumature cobalto, visibili soprattutto nella prima parte della giornata, quando il sole, con i suoi riflessi, rende ancora più effervescenti le tonalità. E si apre finalmente un varco che mostra Stifone, il piccolo e caratteristico paesino abitato da una quarantina di persone.

Qui è possibile effettuare una deviazione, seguendo le indicazioni ed organizzare una piccola sosta, per uno spuntino, o per una visita al borgo. Proseguendo lungo la pista principale, si giunge presto alle “Mole” nei pressi di Nera Montoro. Qui si estende un laghetto dalle mille meraviglie. Il panorama stratosferico, ci accoglie con stupore per le sue acque color smeraldo, trasparenti e per quelle rocce che creano disegni e riverberi, al cospetto di una natura quasi tropicale. Motivo per il quale si è guadagnato l’appellativo di “Piccola Miami”. Il segreto di queste tonalità uniche, sono da imputare alla grande quantità di sali di potassio, magnesio e cloruro di sodio che arrivano al fiume da un affluente sotterraneo. L’acqua è gelida e non è balneabile, inoltre non risulta sicuro immergersi, a causa del pericolo di inondazioni, determinate dall’apertura della diga della vicina centrale idroelettrica. A parte la piccola nota, che quasi nessuno osserva, lo scenario suggestivo e ammaliante è meritevole di una visita, che regalerà sicuramente angoli e panoramiche da immortalare dentro attimi di tremenda pace.

Follow me & share
Daniela Pacelli

Un viaggio nei sentimenti con Daniela Pacelli Chi mi vede mi definisce “Solare”, perché la foschia lieve della malinconia la vede solo chi si ferma un po’ a viverti. Mi chiamo Daniela Pacelli e vivo a Terni, nella bellissima Umbria dal cuore verde. La mia prima passione è stata la scrittura, con il tempo poi mi sono avvicinata sempre di più alla fotografia, imparando a comunicare attraverso un'immagine che potesse raccontare uno stato d'animo, comprendendo che il silenzio spesso vale più di mille parole. Adoro dedicare parte del mio tempo libero alla scoperta di scorci e panorami particolari da immortalare in una foto, per regalarmi e regalare emozioni. Farle arrivare non è sempre facile, ma quando avviene, è il complimento più bello che si possa ricevere. Ho iniziato a gestire la pagina ckickfor_terni a novembre 2019 con l'intento di fare conoscere il territorio ternano in tutti i suoi angoli, borghi, vedute, anche da prospettive non usuali, perché l'obiettivo di chi fotografa, credo sia anche quello di invogliare chi guarda, ad entrare nella scena, a voler essere in quel luogo in quell'istante, o in un futuro qualsiasi. Quindi... "Ovunque tu vada, vacci sempre con tutto il tuo cuore"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *