I MIEI VIAGGI

Gaeta Lido 300 Gradini

Tra Sperlonga e Gaeta esiste una lingua di sabbia dorata, immersa in una cornice selvaggia dove il verde incontaminato, rende paradisiaco lo scenario. Rinomato è il Lido dei 300 gradini, proprio perché per arrivare alla spiaggia dell’Aeronauta occorre percorrere 300 scalini. Una passeggiata all’ombra dei tanti arbusti marittimi che rendono piacevole la discesa e soprattutto la salita al ritorno. Stupendi sono gli scorci che si possono ammirare. Il contrasto dei colori ed il profumo di pineta, attivano i sensi e la vista si mette in moto per non perdere nemmeno un centimetro di panorama. Il turchese del mare e le sue tonalità fino a diventare trasparente, il verde della montagna che si staglia cadendo a picco, il bianco finissimo della sabbia, il celeste del cielo … un mix di sfumature e dimensioni che ti restano impresse nella memoria. E più si accorcia la distanza, più si ingrandisce la lente e la bellezza diventa palpabile. Si arriva ed un chiosco attrezzato ci aspetta per dare inizio ad una giornata favolosa, dove protagonisti sono la quiete: le insenature da fotografare, il venticello a sfiorare la pelle, il lettino dove adagiare il corpo e l’acqua, una piscina naturale, trasparente, bassa, calda, dove passare ore ed ore in ammollo. Ma proseguendo a piedi lungo la costa, verso nord, è possibile ammirare altre strutture incastonate in un quadro rasserenante, dipinto dalla natura spontanea, tra palme, pini, oleandri e casette-bungalow direttamente sul mare. E poi aree ristoro e strutture chic caratteristiche, piccole chicche a farti sentire al di fuori dalle solite routine balneari. Per terminare la passeggiata davanti alle ampie pareti rocciose della scogliera, dove immergersi nell’acqua cristallina fino a giungere ad una grotta, dove poter scorgere lo spettacolo della vegetazione circostante, ammirandone la costa.

_

Tutto tace in questa giornata persino la mente riposa beata come il mare dentro una tavola piatta imbandita di brezza marina e crema pasticcera

E c’è odore di salsedine che il vento trascina sulle pelle ambrata un misto di sale, oli e lozioni 

all’ombra dei pensieri luccichii simili a stelle cadenti si specchiano nel riverbero dell’acqua
mentre un gabbiano svolazza libero disegnando cerchi nel cielo tra schiamazzi muti a richiamare gli sguardi dei bagnanti

E nell’ora del crepuscolo
si increspano le onde riportando alla riva spuma di champagne e ricordi stagliati tra le rocce 
e tutto torna a girare come un vecchio giradischi che riprende a cantare 
_

Follow me & share
Daniela Pacelli

Un viaggio nei sentimenti con Daniela Pacelli Chi mi vede mi definisce “Solare”, perché la foschia lieve della malinconia la vede solo chi si ferma un po’ a viverti. Mi chiamo Daniela Pacelli e vivo a Terni, nella bellissima Umbria dal cuore verde. La mia prima passione è stata la scrittura, con il tempo poi mi sono avvicinata sempre di più alla fotografia, imparando a comunicare attraverso un'immagine che potesse raccontare uno stato d'animo, comprendendo che il silenzio spesso vale più di mille parole. Adoro dedicare parte del mio tempo libero alla scoperta di scorci e panorami particolari da immortalare in una foto, per regalarmi e regalare emozioni. Farle arrivare non è sempre facile, ma quando avviene, è il complimento più bello che si possa ricevere. Ho iniziato a gestire la pagina ckickfor_terni a novembre 2019 con l'intento di fare conoscere il territorio ternano in tutti i suoi angoli, borghi, vedute, anche da prospettive non usuali, perché l'obiettivo di chi fotografa, credo sia anche quello di invogliare chi guarda, ad entrare nella scena, a voler essere in quel luogo in quell'istante, o in un futuro qualsiasi. Quindi... "Ovunque tu vada, vacci sempre con tutto il tuo cuore"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *