GIROVAGANDO IN UMBRIA,  VIDEO

Solomeo: il borgo della pace e dell’eleganza

Saluto Corciano per raggiungere Solomeo, una frazione distante pochi kilometri e immerso completamente nella verde campagna umbra. Il borgo appare subito di un fascino senza tempo, arroccato sulla collina, permette di osservare la vallata intorno, voltandoti ovunque. Il cielo plumbeo, movimentato dal vento che soffia per allontanare le scure nubi minacciose di pioggia, da all’ambiente intorno, una certa parvenza mistica, spirituale, una pace assoluta che ti imprigiona senza capirne il motivo. Un borgo minuscolo, con pochissimi abitanti, una vera bomboniera, un piccolo presepe incastonato nella natura che è stato salvato dalla decadenza e dall’abbandono. Il merito è stato dell’imprenditore Brunello Cucinelli, l’uomo del cashmere, scegliendo Solomeo come sede della propria azienda tessile, di una scuola dei mestieri e di un teatro (Teatro Cucinelli). Ed è proprio nello slargo dove si trova il Teatro che ho respirato una tranquillità assoluta, non c’è anima viva, eppure tutta questa atmosfera signorile, elegante, silenziosa non spaventa, tutt’altro. Mi affaccio dalle grandi terrazze e ammiro l’orizzonte infinito che si mostra davanti ai miei occhi, osservo campi di ulivi, viti, stradine bianche impolverate dalla breccia, una sensazione che mi riporta alla memoria ricordi di scorci toscani. Luci e benessere regnano ovunque, seppur dalle finestre non si accendono lampade e questo da l’idea di essere protagonista della scena. Passeggio per le piccole piazzette, lungo le strettoie, tutto completamente restaurato. Il cielo sta per imbrunire e si alza un leggero venticello minaccioso, quasi come se gentilmente volesse dirci “è ora”. Ma prima di riprendere la strada maestra, è quasi d’obbligo una visita al monumento “Tributo alla dignità dell’uomo”. L’imprenditore Cucinelli, dopo aver creato il parco dell’industria ed il parco dell’oratorio, ha concluso l’iniziativa con il parco agrario: un’estensione destinata agli orti, agli uliveti, ai vigneti e ai frutteti e con il parco della dignità, un monumento nato dal desiderio di tramandare negli anni le idee e la filosofia dell’azienda. Scendiamo dal colle dove si erige Solomeo e proseguiamo poi verso una stradina bianca che serpeggia tra il verde di prati scoscesi. L’impatto visivo è davvero scenografico: la struttura di un bianco candido, realizzata interamente in travertino, è imponente, impattante sull’ambiente circostante. Saliamo a piedi lungo una stradina di ghiaia, fino ad arrivare alla scalinata…regna il silenzio intorno, i miei occhi vagano ovunque, si voltano per controllare, poi si fissano nuovamente al monumento, illuminato da tante lucine led, posizionate su di esso, per poi ammirare con attenzione, il bosco che regna alle sue spalle.. A quel punto mi sembra di essere dentro al palcoscenico di un film, pochi passi ancora e la meta è conquistata, con non poca tensione, aggiungo…immaginando una flotta di lupi o di cinghiali scendere dal bosco. Ci siamo, luogo raggiunto, qualche secondo per leggere la scritta, per ammirare tutto ciò che riesco a rubare con gli occhi, mentre sento salire l’adrenalina. La notte inizia a scendere, allungo il passo, il battito è accelerato, non vedo l’ora di risalire in macchina…5 minuti totali ed il buio come per magia inghiotte le ultime luci del giorno. L’auto riparte e mi gusto gli ultimi sprazzi di questo splendido quadro che mi riporta con la mente in posti già visitati. Questi cipressi ad incorniciare le stradine con grande eleganza mi fanno sognare. Chiudo un istante gli occhi per registrare nella mente ogni emozione che questi luoghi sono stati in grado di regalarmi… li riapro … E sono già lontana 

Video gallery 👇

Follow me & share
Daniela Pacelli

Un viaggio nei sentimenti con Daniela Pacelli Chi mi vede mi definisce “Solare”, perché la foschia lieve della malinconia la vede solo chi si ferma un po’ a viverti. Mi chiamo Daniela Pacelli e vivo a Terni, nella bellissima Umbria dal cuore verde. La mia prima passione è stata la scrittura, con il tempo poi mi sono avvicinata sempre di più alla fotografia, imparando a comunicare attraverso un'immagine che potesse raccontare uno stato d'animo, comprendendo che il silenzio spesso vale più di mille parole. Adoro dedicare parte del mio tempo libero alla scoperta di scorci e panorami particolari da immortalare in una foto, per regalarmi e regalare emozioni. Farle arrivare non è sempre facile, ma quando avviene, è il complimento più bello che si possa ricevere. Ho iniziato a gestire la pagina ckickfor_terni a novembre 2019 con l'intento di fare conoscere il territorio ternano in tutti i suoi angoli, borghi, vedute, anche da prospettive non usuali, perché l'obiettivo di chi fotografa, credo sia anche quello di invogliare chi guarda, ad entrare nella scena, a voler essere in quel luogo in quell'istante, o in un futuro qualsiasi. Quindi... "Ovunque tu vada, vacci sempre con tutto il tuo cuore"

Un commento

  • Avatar
    Robyrabs

    Sei bravissima amica mia ❤️❤️❤️❤️❤️ Leggerti è sempre un immenso piacere wow wow wow sono rimasta colpita anche da questo tuo articolo ❤️❤️❤️ Sei favolosaaaaaaaaaa un vero spettacolo ❤️❤️❤️❤️ Continua così e che foto 🤗🤗🤗

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *